Sei qui: Home > Umbria > Scopri La Regione
Inserisci nome della foto

Umbria, cuore verde d'Italia, terra di storia, arte, cultura e tradizioni. Ricca di città dalla storia millenaria, di affascinanti borghi medioevali e suggestivi paesaggi naturalistici.

Vivere l'Umbria significa immergersi nella tranquillità della natura, lontano dal caos delle città, passeggiare tra boschi e montagne, riscoprire i segreti di un tempo lontano, assaporare il gusto di prodotti tipici, dall'olio di oliva, al vino fino al tartufo...rigenerarsi nel corpo e nello spirito fino al raggiungimento di un armonico equilibrio.

ALLA SCOPERTA DELL'UMBRIA

Un viaggio alla scoperta del patrimonio storico, architettonico e naturale della regione per conoscere luoghi e tesori incontaminati, monumenti e reperti che attraversano secoli ed epoche.
Tappe imperdibili sono:

AMELIA:

Arroccata sulla cima di un colle roccioso tra le valli del Tevere e del Nera, Amelia è uno dei centri storici più interessanti dell’Umbria meridionale. Nella cittadina, cinta dalle poderose mura poligonali, epoche e stili si accostano con risultati originali e di grande qualità ambientale, testimoniando le stagioni dell’architettura e dell’arte dall’età romana al Settecento. Chiese e palazzi rivelano l’importanza che Amelia ebbe tra il Cinquecento e il Settecento, soprattutto come centro di diffusione del manierismo e del barocco. Tutta l’area circostante è caratterizzata da un armonioso susseguirsi di paesaggi che sembrano autentici affreschi naturali. Le colline che declinano verso la valle del Tevere sono ricoperte da macchia mediterranea e da secolari lecceti.

Tre buoni motivi per visitare Amelia:

  • Mura poligonali
  • Cisterne romane (Amelia sotterranea)
  • Museo archeologico (Statua del Germanico)


Appena entrati in città si può ammirare l’imponente opera fortificata delle mura poligonali, realizzate tra il III e il II secolo a.C., che le conferiscono l’inconfondibile aspetto di città murata.
Lungo la cinta muraria si aprono 4 porte: porta Romana, accesso principale alla città, porta Posterola, porta Leone IV e porta della Valle. Tra i monumenti da visitare in città la Cattedrale, l’edificio religioso più importante di Amelia, il monastero di San Magno, la chiesa di San Francesco, la chiesa di Sant'Agostino e la chiesa rurale della Madonna delle Cinque Fonti, che secondo la leggenda offrì soggiorno a San Francesco. Notevoli il quattrocentesco palazzo Nacci ed i cinquecenteschi palazzo Farrattini e Petrignani, la torre Civica, simbolo delle libertà comunali, e lo splendido teatro settecentesco. L’ex Collegio Boccarini è sede del museo archeologico, dove è possibile ammirare l’imponente statua bronzea del Germanico, nipote dell’imperatore Tiberio, ed altri importanti reperti rinvenuti nel territorio amerino. A 3 km dal centro storico, immerso nella natura tra i colli amerini, lo stupendo convento della Santissima Annunziata, eretto nel XV secolo su un preesistente eremo. Oltre che in superficie, Amelia riserva sorprese emozionanti anche nel sottosuolo, in un percorso che conduce alla scoperta delle antiche cisterne romane, opera di ingegneria idraulica costruita intorno al II secolo d.C., ed accessibili al pubblico da piazza Matteotti.

Tra le bellezze naturali il torrente Rio Grande crea un lago chiamato lago Vecchio, raggiungibile con percorso pedonale e frequentato dagli amanti della pesca. Per chi ama il bosco, a pochi Km dalla città, c’è un ampio parco, immerso in una lecceta, “La Cavallerizza”.

Sito internet: www.comune.amelia.tr.it

Informazioni Turistiche
IAT del Comprensorio dell’Amerino
Via Roma, 4- 05022 Amelia
Tel. 0744981453 - Fax 0744981566
E-mail: info@iat.amelia.tr.it

Articoli correlati




Iscriviti alla newsletter

Rimani in contatto con noi ricevi gli aggiornamenti di Planet Home.



Ho letto e accettato il trattamento dei dati ai fini della Privacy